Il libro di Daniele

Daniele è un libro paradossale: da una parte si compone di storie ben conosciute anche se ambientate in una cultura lontana dalla nostra; dall’altra di profezie esoteriche che hanno confuso più di un commentatore. Di fatto questo libro è stato spesso letto in chiave riduttiva, per esempio come una raccolta di storie per bambini, oppure come una serie di enigmi da risolvere.  Questo corso si propone di offrire una rilettura equilibrata e cristocentrica del libro di Daniele, sottolineandone la centralità nella storia redentiva ed evidenziandone l’attualità per il popolo di Dio oggi.

AREA

DOCENTE

ANNO

SACRA SCRITTURA

STÉPHANE SIMONNIN

2015-2016

Introduzione all'etica

Con sempre maggior insistenza, si assiste all’imporsi di “ritorno all’etica”; il nostro mondo sembra essere alla ricerca di orientamento nel groviglio morale in cui pericolosamente si dimena. In più, l’apertura negli ultimi decenni dell’etica a problemi cruciali, da tutti riconosciuti come assolutamente ineludibili, ha raccolto l’interesse di larghi strati della società; basti pensare, a puro titolo di esempio, al nodo controverso della bioetica, alla salvaguardia dell’ambiente, all’incognita rappresentata dai rapporti Nord-Sud in termini mondiali, agli spinosi legami tra etica e politica, alla trasformazione dell’etica sessuale e di genere. In tutti questi crocevia, l’etica cristiana è chiamata alla prova della sua sostenibilità personale, sociale e sistemica.  Il corso si prefigge di esplorare il territorio dell’etica in ottica cristiana, di saggiare le questioni sul tappeto e la postura dell’etica cristiana nel dibattito etico pubblico.

AREA

DOCENTE

ANNO

TEOLOGIA PRATICA

LEONARDO DE CHIRICO

2015-2016

L’ISTITUZIONE DELLA RELIGIONE CRISTIANA

Il corso vuole favorire la familiarità coi principali aspetti del pensiero di Calvino come presentato nell’edizione finale della sua Istituzione della religione cristiana [1559]. Saranno così esaminate le dottrine fondamentali della fede cristiana storica; la loro interrelazione e coerenza interna e la dimensione pastorale del pensiero calviniano. Nello sfondo viene accennato alla Riforma protestante nel suo contesto culturale e il ruolo della chiesa ginevrina nella formazione del movimento protestante internazionale.

AREA

DOCENTE

ANNO

TEOLOGIA SISTEMATICA

PIETRO BOLOGNESI

2015-2016

PARADIGMI PER LA MISSIONE I

Il racconto biblico vincola la nostra identità come popolo di Dio ad uno specifico ruolo missionale. Il Vangelo, infatti, riafferma e ricorda l’estensione del dominio di Dio su tutta la creazione, su ogni nazione e sull’intera vita umana. La missione dei discepoli di Gesù è tanto ampia quanto la creazione stessa. Siamo, difatti, inviati a proclamare il Vangelo ovunque: in politica e in economia, nella giustizia e nell’arte, nei media e nelle famiglie, nelle professioni e nello sport, nei contesti spirituali e in quelli educativi. La missione cristiana deve raggiungere, cioè, ogni altro angolo dell’esperienza umana.

Il corso si sviluppa in tre parti. Nella prima sono presentate le basi bibliche e teologiche della missione, nella seconda parte verranno delineati alcuni profili di modelli di missione, riservando una certa attenzione ai temi che oggi più di altri caratterizzano lo scenario della missione in Italia e in Europa.

Una parte sarà riservata alla “missione della donna”.

AREA

DOCENTI

ANNO

TEOLOGIA PRATICA

GIUSEPPE RIZZA E SILVIA NAPPO

2015-2016