Storia

Storia

Il 13 ottobre 1988 veniva fondato a Padova l’Istituto di Formazione evangelica e documentazione (IFED), Istituto che da allora avrebbe arricchito la vita culturale della città di Padova e del paese.
Il 18 dicembre 1990 l’Istituto procedeva all’acquisto di una sede in via F. Lippi 26, luogo dal quale si sarebbero sviluppate le varie attività scientifiche, culturali e didattiche.
Il 5 settembre 2003 veniva inaugurata la sede attuale dell’Istituto in Via Pietro Martire Vermigli 13.
Fin dall’inizio l’obiettivo è stato quello di svolgere attività per promuovere una coscienza specificatamente evangelica (Statuto, art. 5). L’Istituto si configura così come un’associazione senza finalità di lucro con personalità giuridica ben radicato sul territorio per i rapporti che intrattiene con le Chiese e le istituzioni nazionali e internazionali.
Esso opera pertanto a più livelli. Livello scientifico (Studi di teologia; Biblioteca e Archivio). Livello culturale e d’istruzione (Giornate teologiche; conferenze; giornate di studio). Livello didattico (Corso di cultura teologica; Laboratorio della predicazione). Per ciascuna attività, l’Istituto è impegnato a confessare una fede conforme alla Scrittura in continuità col cristianesimo storico per promuovere un’alternativa biblica alle altre visioni del mondo.

 

Dichiarazione programmatica

La seguente «Dichiarazione programmatica» riflette i valori di fondo, gli obiettivi e la strategia che sono stati fin dall’inizio la forza dell’IFED e che continuano ancora oggi a giustificarne l’esistenza e ad ispirarne il servizio per la causa dell’Evangelo in Italia.

Valori di fondo

1. Fede biblica

Ci dedichiamo con entusiasmo a confessare la fede che è stata trasmessa ai santi una volta per sempre, l’Evangelo del nostro Signore Gesù Cristo. In linea con il cristianesimo storico, confessiamo la gloria del Dio trino, Padre, Figlio e Spirito Santo, come Egli è rivelato nell’inerrante ed autorevole Parola di Dio scritta. Siamo persuasi che i cinque «sola, solus» della Riforma («sola Scriptura», «solus Christus», «sola gratia», «sola fide», «soli Deo gloria») esprimono in modo vivido lo spirito dell’Evangelo. Fra le varie confessioni di fede riformate che rappresentano con fedeltà ed accuratezza ciò che insegna la Scrittura, sottoscriviamo in particolare la «Confessione di fede battista» del 1689.

2. Visione del mondo riformata

Siamo pienamente persuasi che la fede biblica che confessiamo fornisca una visione del mondo integrata che modella e guida tutta la vita cristiana. La sovranità di Dio espressa nella creazione, provvidenza e redenzione, è la sua motivazione primaria; l’autorità della Scrittura è il suo criterio assoluto; il mandato culturale, congiunto com’è al mandato missionario, definisce il suo compito stringente. Alla luce di una vocazione così alta, ogni sfera della vita deve essere pensata e vissuta nell’ambito dei parametri di questa visione del mondo. Crediamo che lo schema «creazione – caduta – redenzione» riassuma adeguatamente il motivo di fondo della visione del mondo biblica e riformata.

3. Unità evangelica

Siamo fortemente impegnati al rafforzamento ed al consolidamento dell’unità fra tutti i credenti evangelici. Riconosciamo che esistono molte differenze nell’ambito del mondo evangelico, ma non le consideriamo tanto divisive da esigere la separazione, laddove siano riconosciute le dottrine centrali della fede biblica. Sebbene respingiamo fermamente l’unità promossa sia dalla Chiesa cattolica romana che dal movimento ecumenico, desideriamo servire la causa dell’unità evangelica sulla base dell’Evangelo. In linea con un tale impegno, siamo disposti a cooperare con gli altri evangelici in proporzione con il grado di accordo dottrinale esistente fra di noi.

Obiettivi

Alla luce dei valori di fondo qui brevemente delineati, agiremo per promuovere e conseguire, nella nostra situazione nazionale, i seguenti obiettivi.

1. Cultura alternativa

Siamo profondamente persuasi che il presente ed il futuro della testimonianza evangelica in Italia esiga l’elaborazione e la messa in atto di una cultura evangelica. Nel contesto italiano, dove prevalgono i bastioni del cattolicesimo romano e delle tendenze laiche, gli evangelici devono sviluppare la loro fede nei termini di una cultura alternativa. Uno degli obiettivi dell’IFED è di stimolare ed incoraggiare il pensiero biblico e lo sviluppo di una visione del mondo che sia fondata nella Scrittura e nel ricco retaggio del pensiero cristiano, e che conduca a dare forma ad un approccio cristiano ad ogni sfera della vita.

2. Visibilità accademica ed integrità

Una tale cultura alternativa deve essere articolata e presentata in termini accademici, se vuole essere considerata seriamente nella società in generale. Troppo spesso gli evangelici del nostro Paese hanno evitato il compito del confronto con il mondo accademico. In quanto istituzione evangelica, ci impegniamo ad elevare il profilo della testimonianza evangelica nell’ambito del mondo accademico italiano. La nostra attività non dovrà essere perseguita a spese dell’integrità evangelica, ma come strumento per affermare la nostra esplicita identità evangelica.

3. Impatto significativo sulle chiese e sulla società italiana

Il raggio d’azione della nostra attività include chiese evangeliche ed agenzie para-ecclesiali in Italia. Nostro desiderio è di aiutare il movimento evangelico italiano ad apprezzare il glorioso mandato che il Signore ha affidato al Suo popolo e cercare di incarnare quella cultura alternativa in un modo coerente e stimolante. Per poter vedere tutto questo, ci impegniamo a formare una nuova generazione di leader di chiesa ed essere un punto di riferimento per la leadership attuale. La nostra visione, però, non è confinata solo a chiese e ad organizzazioni evangeliche, ma implica la possibilità che la società italiana possa essere influenzata a più livelli da una più solida testimonianza evangelica. Il nostro ruolo è quello di incoraggiare ogni vocazione e chiamata, sia quelle dirette a servire le chiese che verso l’esterno, e contribuire a questo obiettivo.

Strategia

Al fine di onorare i nostri valori di fondo e raggiungere i nostri obiettivi, agiremo secondo la seguente strategia di massima.

1. Un centro di risorse

L’accesso a risorse affidabili e adatte è essenziale per la realizzazione dei nostri obiettivi. A questo riguardo, abbiamo stabilito un centro di studio nella rinomata città universitaria di Padova, con facilitazioni eccellenti per studiosi e studenti. La biblioteca, unica nel mondo evangelico italiano per il suo numero di libri teologici e riviste, viene costantemente aggiornata insieme all’archivio sulla storia degli evangelici in Italia. Accanto a queste risorse logistiche e documentarie, il nostro personale qualificato è disponibile per insegnare e tenere conferenze nel Paese. La rispettabilità accademica dell’IFED è riflessa nell’ampio raggio di risorse che rende disponibili.

2. Un centro di ricerche

Come istituzione accademica, l’eccellenza negli studi è parte integrante del nostro ministero. Promuoviamo progetti di ricerca particolarmente nei campi della teologia sistematica e storica, l’etica e la bioetica, come pure della comprensione evangelica del cattolicesimo romano e della teologia contemporanea. La nostra rivista «Studi di teologia» dà voce alla teologia evangelica italiana e presenta contributi del mondo accademico evangelico a livello internazionale. Il nostro personale è coinvolto in diversi progetti editoriali e abbiamo numerosi rapporti con istituzioni accademiche simili nel mondo intero. L’IFED può rispondere al bisogno di una cultura alternativa promovendo questo tipo di impegno e di eccellenza.

3. Un centro di formazione

Oltre a fornire risorse ed incoraggiare ricerche, cerchiamo di formare uomini e donne che hanno la stessa visione, sebbene possano essere chiamati da Dio a servirlo in ambiti diversi. I nostri programmi di formazione ambiscono ad avere un impatto significativo nella vita degli studenti. La varietà di attività formative (ad es. il corso di cultura teologica, il corso di etica e bioetica, le Giornate teologiche, i seminari per chiese e le conferenze pubbliche) aiutano a raggiungere persone diverse a diversi livelli accademici. Alcuni di questi programmi si tengono a Padova, altri in varie città italiane. Molti studenti ne traggono grande giovamento nella loro predicazione, insegnamento e conduzione di chiese. Altri sono stimolati a portare a compimento la loro vocazione e chiamata nella loro professione od altrove. L’importanza dell’IFED per l’evangelismo italiano e la società sono illustrati dalla sua capacità a formare persone che vivono servendo Dio, che ubbidiscono alla Sua Parola ed estendono il Suo regno, finché verrà il Signore Gesù.